Colorzenith srl | P.Iva 09890810154
Brochure

TECNOLOGIA 3D

Sempre più performanti, le stampanti 3D sono ormai parte integrante dei più avanzati processi creativi e produttivi, non solo nell’ambito della prototipazione, ma anche nei settori della progettazione, dell’ingegneria, del design e dell’architettura, dell’arte, dell’abbigliamento, della gioielleria, della ricerca scientifica e medicale.

Esistono molte tecniche di stampa 3D, tra le più conosciute:

  • Digital Light Processing(DLP), in cui una vasca di polimeri liquidi è esposta gradualmente alla luce di uno speciale proiettore DLP in condizioni di luce inattinica, consentendo la solidificazione dell’oggetto. Il polimero in eccesso viene rimosso e scartato alla fine del processo di solidificazione.
  • Stereolitografia (SLA) o fusione selettiva, concetto assimilabile alla Selective Laser Sintering (SLS) e Direct Metal Laser Sintering (DMSL), che sinterizzano solo il materiale necessario con uno speciale laser. Si utilizzano polimeri metallici, resine, termoplastiche, sabbia, vetro. Concettualmente la SLA mantiene allo stato granulare il prodotto in eccesso, utilizzandolo come supporto ed eliminandolo a fine processo.
  • Laminated Object Manufacturing(LOM), un sistema di laminazione che utilizza diverse tecniche e permette di ottenere sottili strati di materiali, successivamente uniti per dar vita alla forma tridimensionale definitiva.
  • 3D Inkjet Print (3DIP), vera e propria stampa 3D a getto di inchiostro che genera oggetti tridimensionali già colorati mediante la solidificazione di polimeri granulari colorati. Consente di ottenere elevati dettagli e forme colorate, ma di piccole dimensioni, lunghe tempistiche di produzione ed alti costi di inchiostrazione.
  • Fused Deposition Modeling (FDM) o Ad Estrusione, la più diffusa, in cui un ugello deposita il polimero fuso, stratificandolo su una struttura di supporto. Vengono generalmente utilizzati materiali a filo di diversi spessori e colori (PLA, ABS, materiali edibili e molti altri).
  • Gel Dispensing Printing (GDP) unica nel suo genere. Un particolare gel a polimerizzazione UV consente di costruire oggetti molto più velocemente rispetto a qualsiasi altro sistema presente sul mercato, risparmiando una notevole quantità di materiale grazie all’eliminazione, salvo rari casi, dei sostegni tipici delle forme 3D.

TECNOLOGIA GDP NEL DETTAGLIO

La tecnica Gel Dispensing Printing (GDP) rappresenta la vera innovazione. Il processo è completamente diverso dai sistemi di stampa 3D precedenti (ad estrusione, ad incandescenza o per sinterizzazione) ed utilizza una tecnica simile a quella usata nei sistemi FDM (Fused Deposition Modeling) di modellazione a deposizione fusa. Durante l’utilizzo, il Dimengel®, sensibile alla luce UV, polimerizza quasi istantaneamente mediante apposite lampade a luce UV.

Questo permette di stampare oggetti di grandi dimensioni ad una velocità superiore a qualsiasi altro sistema di stampa 3D.  Il paragone è semplice: si stampa ad una velocità di 35 cm/ora, sviluppati in altezza, anziché 7 cm/ora, media offerta dalle attuali stampanti 3D a filo.

Il tempo di stampa dipende ovviamente dalle dimensioni e dalla complessità della forma. Si impiegano circa 5 ore per stampare la scultura di un essere umano in piedi (Adamo) in dimensioni reali, ma è possibile stampare in contemporanea anche un altro soggetto (ad esempio Eva).

Nel complesso, la tecnologia GDP permette di creare oggetti di notevoli dimensioni con grande velocità.